Mario Cesa Sinfonia degli Inni e dei Canti, Concerto per pianoforte e orchestra (Bella Musica). Il compositore irpino, che da sempre mescola il folklore locale alla ritualitÓ metropolitana, si cimenta con dueá forme legate alla pi¨ aurea delle tradizioni colte, naturalmente a modo suo. Il nesso ritmico del Concerto, ad esempio, Ŕ in una frasetta da hits di musica leggera : "ndacalÓmacalý", che certo funziona meglio di complessi calcoli algoritmico/seriali. La sinfonia, poi, eseguita con grande vigore e convinzioneá dall'orchestra "Mihail Jora" di Bacau, tra glissandi e sovrapposizioni di temi, Ŕ opera di complessitÓ e densitÓ sconcertanti. Bello

Girolamo De Simone

Il manifesto, 20 agosto 1995